Corsi · Notizie

Semplicemente artisti con i miei corsi mensili 166ArteLab

Ho iniziato nel 2011 al 166arte di Via Cavour, a Firenze. Qui è nato il mio workshop permanente di disegno, sketching e pittura per principianti ed artisti “self-made” (ma vi hanno preso parte anche molti studenti dell’Accademia di Belle Arti) e ben presto mi sono accorto che non si trattava semplicemente di insegnare a disegnare, dipingere o di impartire delle regole più o meno sensate sul come creare delle immagini. Molto di più. Ho capito molto presto di dare loro la speranza di rifrequentare una vera passione mai sopita, di ridare quella fiducia in se stessi che è il bene più prezioso ma spesso più fragile che alberga nell’animo umano. E allo stesso tempo ho avuto la netta percezione di avere a che fare con il potenziale più esplosivo racchiuso in ognuno di noi: la creatività e l’immaginazione. Certo, la cosa più difficile è far capire a chi crede di non aver nessuna speranza nel disegno e nella creazione che la strada da percorrere è quella di ogni passione: la volontà e la pazienza unita alla fiducia in se stessi nelle proprie idee e nei propri sogni. Per questo ho basato la filosofia dei miei corsi alla regola più difficile da perseguire, la semplicità. Semplicità nei formati, nei soggetti, nel percorso tecnico da intraprendere e nei materiali da usare, cercando di sviluppare quella parte di talento innato in ognuno di noi che si basa sull’osservazione e sull’immaginazione che è base e struttura del processo creativo di ogni immagine. Poi scegliamo le tecniche, i materiali e le idee da sviluppare. La ricetta è imparare ad osservare (noi guardiamo ma non osserviamo, che è cosa ben diversa…) e a trasformare gli assunti della realtà in stimoli creativi. Da lì nasce l’opera che viene seguita e migliorata nel modo di realizzarla, nella tecnica, nelle forme e nei colori. Una buona base teorica viene poi fornita gradualmente, con “finestre” periodiche su determinati casi tecnici che si manifestano durante il percorso (es. come realizzare un fondo sfumato o la trasparenza del vetro o dell’acqua). I temi-cardine del laboratorio sono il disegno, l’idea che si sviluppa e le tecniche con cui realizzarla come l’olio o l’acquerello. Il risultato è un’opera che abbia un valore concettuale, estetico e tecnico. E se questo riesce con entusiasmo e divertimento vuol dire che la ricetta è giusta.

Dello stesso argomento leggi anche: A scuola di disegno con Andrea Mancini | Corsi e laboratori | Come ti insegno le tecniche artistiche

A seguire opere degli allievi del 2° corso di pittura
Per informazioni: info@andreamancini.it

Sei interessato ai miei corsi e vorresti essere informato su quelli in arrivo? Lasciami la tua email e rispondi al questionario:

Sono interessata/o ai corsi di...

Accetto il trattamento dei miei dati al solo scopo informativo sui corsi (Privacy policy).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: